mercoledì 14 ottobre 2015

[LIBRO] La galassia fondamentalista tra Jihad armato e partecipazione politica

La copertina del volume.

La galassia fondamentalista tra Jihad armato e partecipazione politica, a cura di Andrea Plebani e Martino Diez, è un nuovo volume accademico che analizza diversi movimenti jihadisti transnazionali, sia di ieri che di oggi, alla luce della loro posizione in un particolare continuum ai cui estremi sono l'uso della forza in quanto strumento politico e la scelta di incorporarsi nel sistema partitico nazionale. In termini tecnici, il libro si propone di gettare luce sulla nebulosa islamista compresa fra hizbiyya e harakiyya.

Il volume è frutto di una ricerca di diversi autori, suddivisi per temi di analisi.
Il mio contributo, in particolare, è dedicato a due temi:
1. L'utilizzo del periodico Dabiq da parte di IS.
2. Pattern di radicalizzazione in Europa e foreign fighters.

Indice:

Introduzione di Andrea Plebani

PARTE PRIMA. Il richiamo del fondamento
- Paolo Monti, La violenza nel fondamento? Prospettive filosofiche sull’ambigua radice della convivenza civile
- Paolo Maggiolini, Il fondamentalismo islamico: mille volti che guardano un’unica verità
- Ines Peta, Alle fonti del jihad: guerra santa o sforzo pacifico sulla via di Dio?

PARTE SECONDA. Islam politico e Stato moderno
- Caterina Roggero, Lo Stato Islamico tra realtà e utopia. Nordafrica e modelli globali
- Eugenio Dacrema, Il fondamentalismo islamico tra violenza e democrazia: una prospettiva socio-economica
- Marco Demichelis, L’involuzione wahhabita. Dalle origini al neo-salafismo
- Bishara Ebeid, Le relazioni con il non-musulmano nel radicalismo contemporaneo

PARTE TERZA. Il jihadismo contemporaneo: evoluzione e contromisure
- Jean-Pierre Filiu, Da al-Qaida a ISIS. La parabola del terrore
- Marco Arnaboldi, La rivista Dabiq: essere o apparire? Dentro la propaganda del neo-Califfato
- Viviana Premazzi e Stella Coglievina, L’Islam in Italia di fronte al fondamentalismo violento
- Lorenzo Vidino, L’introduzione di misure di de-radicalizzazione in Italia

Conclusioni di Martino Diez

Abstract:

Nell'epoca di ISIS, termini come fondamentalismo, jihad e islamismo sono ormai entrati a far parte del vocabolario di tutti i giorni. Ma che cosa significano? Da dove originano? Quanto in essi è utopia religiosa e quanto progetto politico? Che posto vi occupa la pratica della violenza? Il volume, frutto di un lavoro inter-disciplinare in cui s'intrecciano islamologia, scienze politiche, filosofia e sociologia, definisce prima di tutto i termini della questione: violenza politica e convivenza civile; fondamentalismo islamico; jihad. Nella seconda parte presenta il rapporto che i movimenti islamisti hanno stabilito con lo Stato moderno in Medio Oriente, tra contestazione armata e partecipazione politica, prima e dopo le rivoluzioni arabe del 2011. Infine viene studiata l'evoluzione del jihadismo contemporaneo, da al-Qaida a ISIS, nelle sue dimensioni operazionali e comunicative, con una speciale attenzione al fenomeno in Italia, alle risposte delle comunità islamiche autoctone e a possibili percorsi di de-radicalizzazione. Una guida per comprendere, con rigore ma senza tecnicismi, un fenomeno che scuote e interpella mondo islamico e occidente.

Il libro, edito da Marsilio, scaturisce dai lavori del progetto di ricerca Conoscere il meticciato, Governare il cambiamento, indetto dalla Fondazione Internazionale Oasis. Sempre all'interno del progetto, della durata di un anno e mezzo, sono state condotte due conferenze inerenti al tema di analisi Fondamentalismo e Violenza, una presso ISPI il 2 dicemebre 2014, l'altra presso la sede bresciana dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, il 14 ottobre 2015.

Tramite Google Books puoi leggere gratuitamente alcuni passi del libro.
Se sei interessato, lo puoi acquistare da Amazon, Hoepli e attraverso i siti di tutte le migliori librerie.

Nessun commento:

Posta un commento